Home > Viaggi > Madeira (Portogallo)

Madeira (Portogallo)

September 21st, 2006 Leave a comment Go to comments

IMG_6840pMadeira, isola Portoghese situata nell’atlantinco poco sopra le Canarie, misura non piú di 40×15 Km. L’aeroporto é stato incavato sacrificando un significativo lembo di roccia a cui si aggiunge una estensione al di sopra dell’autostrada. Praticamente uno spettacolare ponte in sospeso! Appena atterro guardo il mare, non limpidissimo, anzi, grigi cosí come il cielo. Guardo meglio, vedo meno. É proprio cosí, non c’é confine tra cielo e mare (almeno oggi).

Chissá cosa deve aver pensato Colombo, facendo l’ultima tappa proprio qui, prima di partire verso lo sconosciuto in cerca di terre promesse. Chissá se anche lui abbia visto il cielo ed il mare uniti in connubio, chissá se ci abbia ripensato giusto un’ultima volta… Seppure l’isola misuri solo una manciata di kilometri, ce ne vogliono invece molti per attraversarla lungo le strade sinuose che si arrampicano e discendono a cadenza irregolari dalla costa alla montagna e viceversa. Tutta l’isola é di origine vulcanica e lo si puó facilmente intuire dal colore della roccia. Dal picco piú alto di 1800mt si apprezza una vista mozzafiato, dove solo pochi Km di costa restano nascosti.

La produzione locale spazia dalle banane (principale sito Europeo assieme alle Canarie), al Maracuja passando per l’onnipresente vino. Di vini qui ce ne sono 3 tipi: bianco rosso e… verde! Quas un film di Carlo Verdone 🙂 Il verde in realtá é un bianco/verdognolo che, colore a parte cade come la manna dal cielo accoppiato l’ottimo baccala alla Madeireise. Poca, o meglio nulla la delinquenza; tanto che la gente locale se ne va a nuotare in mare, lasciando il borsello bene in vista sulla spiaggia. L’autonomia indipendente dell’isola é stata raggiunta da poco e celebrata con tanto di monumento nel cuore di Funchal, il capoluogo. La generazione dell’energia elettrica avviene per il 40% dall’acqua, per il 20% dal vento, 10 % dal sole ed il restante fabbisogno é soddisfatto tramite generatori. Fuchal, la cittá natale del popolare calciatore Cristiano Ronaldo, deriva da funch = anice, visto che la citta ne é circondata dagli alberi, mentre Madeira significa legno.

L’acqua scorre attraverso canali, costruiti al tempo dello schiavismo, che scendono dalla montagna, raggiungendo virtualmente ogni angolo dell’isola. Questi canali si chiamano levade ed  i sentieri che li affiancano sono un intererssante e agevole via per percorrere lísola a piedi. Un po’ per il fatto che siamo vicino all’equatore, un po’ per una spiegazione non proprio chiara ricevuta in portoghese, qui i tramonti quasi non ci sono, il passaggio dal giorno alla notte é un repentino oscurimento che dura circa 15 minuti.

Gli isolani sono gente magnifica, mi hanno ospitato facendomi sentire parte della famiglia. Chiunque per la strada non perde l’occasione per scambiare quattro chiacchiere appena sanno che sei stranero. Un ultima nota riguarda l’etá media, che, inclusi i turisti, ad occhio si aggira verso i 50. Niente di male, assolutamente, ma non c’é cosí da meravigliarsi per la totale assenza di vita notturna ed attivitá adatte ad un pubblico giovanile.

pixelstats trackingpixel
Be Sociable, Share!
  1. No comments yet.
You must be logged in to post a comment.